Novembre: 2020
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Commenti recenti

    Brunetta: Riforme, ” Indecente occupazione TV Renzi , esposto ad AgCom”

     

    “È indecente l’occupazione delle televisioni che sta facendo Renzi sul tema del referendum”. Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, a Ballaro’, su RaiTre. “A cinque mesi dalla data della consultazione Renzi ha cominciato l’occupazione di tutte le televisioni, con la sua presenza e con quella dei suoi ministri: indecente”.  “Noi abbiamo fatto un esposto all’AgCom proprio per avere una regolazione per quanto riguarda le televisioni pubbliche, ma anche per le private”, ha sottolineato. “Così Renzi – aggiunge – cerca popolarità promettendo novità rasserenanti sulle pensioni. Oltre agli 80 euro per le minime, che per lui ormai sono un espediente scaramantico, adombra la possibilità di flessibilità in uscita con decurtazioni del 4 per cento per ogni anno di anticipo. Riapre ai sindacati, addirittura rilancia l’odiata concertazione, pur di sottrarsi al pasticcio. Ma non ci riesce, nonostante gli diano una mano ‘Corriere della Sera’ e ‘Repubblica’ con i titoli d’apertura. In realtà la notizia è la rottura del fronte interno, lo scatenamento di un fronte del ‘no’ che prima ancora di essere contro il referendum è contro la leadership di Renzi”. “La gara – prosegue – a chi del passato starebbe adesso con il ‘sì’, cioè con il monocameralismo, fa dire a Bersani che allora tanto vale rievocare Lenin con ‘tutto il potere al soviet’, più monocameralismo e decisionismo di cosìà Queste posizioni di Letta e di Bersani, che pure sono tuttora per il ‘sì’ alle riforme, dimostrano che i 47 articoli mutati della Costituzione, in combinato disposto con la legge elettorale nuova, che c’è ragione ad aver paura di Renzi, e bene hanno fatto Berlusconi e Forza Italia a dire alla fine di ‘no’ ad una riforma che prende la forma di chi la impugna. E se tocca a Renzi e ai 5 Stelle sarebbe una tragedia per la democrazia. Non possiamo permetterci di correre questo rischio. Tanto più che i risparmi di denaro sono tutti da dimostrare”, conclude Brunetta.