maggio: 2018
L M M G V S D
« apr    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Commenti recenti

    GRUPPO FI CAMERA: Berlusconi, “Dopo 5 anni giustizia è fatta”

     

    berlusconi

     

     

    GELMINI, ”Dopo 5 anni giustizia e’ fatta”

    “Giustizia e’ fatta. Finalmente il nostro leader SilvioBerlusconi ha ottenuto dal tribunale di sorveglianza di Milano la ‘riabilitazione’. Un calvario durato 5 anni che non ha permesso al presidente Berlusconi di essere candidato come milioni di italiani gli chiedevano. Ora l’Italia potra’ contare ancora di piu’ su di noi”. Lo afferma Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera commentando la notizia pubblicata oggi dal Corriere della Sera sulla decisione del Tribunale di sorveglianza di Milano, che cancella tutti gli effetti della sentenza del 2013 che rendeva Silvio Berlusconi incandidabile.

     

    CARFAGNA, “Sua riabilitazione è fortuna per Italia”

    “Silvio Berlusconi puo’ finalmente tornare in campo. L’Italia ha la fortuna di poter contare ancora sulla sua grande esperienza e sulla sua saggezza. La “riabilitazione” del tribunale di sorveglianza di Milano mette fine ad una persecuzione giudiziaria e ad un calvario che non hanno scalfito la forza di una grande leadership, che ancora oggi, in uno scenario politico profondamente mutato, e’ imprescindibile e centrale”. Lo scrive Mara Carfagna, vice presidente della Camera e deputato di Forza Italia, sulla sua pagina Facebook.

     

    OCCHIUTO, “Restituito al paese suo miglior leader”

    “La riabilitazione di BERLUSCONI e’ una bellissima notizia, non cancella le ingiuste sofferenze che il Presidente ha dovuto patire ma al nostro Paese oggi, finalmente, e’ restituito il miglior leader che abbia avuto. Il suo senso di responsabilita’ istituzionale, le sue capacita’ e il riconosciuto carisma saranno utilissimi nel prossimo futuro, perche’ di qualita’ simili gli italiani ne hanno viste poche nelle ultime settimane”.Lo afferma in una nota Roberto Occhiuto, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera dei deputati.

     

    GIACOMONI, “FI ha trovato premier a Salvini-Di Maio”

    “Nel 1994 uno scoop del Corriere della Sera, che recapito’ a mezzo stampa un avviso di garanzia, fece cadere il primo governo Berlusconi. Oggi, 12 maggio 2018, per la legge del contrappasso, lo scoop con cui il Corriere della Sera ha annunciato la candidabilita’ del Presidente Silvio Berlusconi fara’ nascere il V governoBerlusconi? Avvisate Salvini e Di Maio che il Presidente del Consiglio c’e', lo ha trovato Forza Italia!”. Lo afferma Sestino Giacomoni di Fi.

     

    MULÈ’, “Lo aspettiamo in Parlamento”

    “La storia non si scrive con le sentenze, che invece possono avere il potere di deviarla come e’ successo con l’estromissione di Silvio Berlusconi dal Parlamento. La riabilitazione odierna rimedia tardivamente a un guasto provocato dai rivoli di una sentenza ingiusta nel merito. Ma, da statista qual e’, Silvio Berlusconi ha dimostrato ancora in questi giorni di saper scrivere la Storia nonostante l’ingiustizia subita”. Lo afferma Giorgio Mule’, deputato di Forza Italia e portavoce unico dei gruppi azzurri di Camera e Senato. “Aspettiamo il presidente in Parlamento, nel luogo dove e’ idealmente rimasto in questi anni grazie al sostegno di milioni di italiani che si riconoscono in lui”, conclude.

     

    VITO, “Finalmente un passo in avanti per l’Italia”

    ”Altro che passo indietro o di lato… finalmente un passo in avanti, per l’Italia”. Lo scrive su Twitter Elio Vito, vice presidente dei deputati di Forza Italia, commentando la notizia della decisione del Tribunale di sorveglianza di Milano, che ha cancellato tutti gli effetti della sentenza del 2013 per frode fiscale che rendeva SilvioBerlusconi incandidabile.

     

    BRUNETTA, “Italia da oggi più democratica”

    ”Finalmente il Tribunale di sorveglianza di Milano ha accolto la richiesta di riabilitazione rendendo eleggibile, con effetto immediato, il nostro Presidente.Berlusconi torna in campo politico a tutto tondo, torna a rappresentare i tanti milioni di italiani che hanno votato Forza Italia e i tanti altri che la voteranno”. Lo afferma in una nota Renato Brunetta, deputato di Forza Italia. “Torna, in altre parole, a rappresentare il popolo dei moderati, che dopo tanto tempo, non vedeva riconoscersi in nessun leader in campo. Bentornato Presidente! L’Italia, da oggi, torna ad essere più democratica. Con Berlusconi in campo, il centrodestra torna vincente e, dentro il centrodestra, torna vincente Forza Italia”, conclude Brunetta.

     

    BERGAMINI, “Sentenza bella notizia, ora tocca a Strasburgo”

    “La sentenza emessa dal tribunale di sorveglianza di Milano e’ sicuramente una bella notizia. Il presidente BERLUSCONI, infatti, recupera l’agibilita’ politica negata dalla Severino, una legge liberticida e incostituzionale. Siamo fiduciosi che anche la Corte europea dei diritti dell’uomo si espimera’ sulla stessa linea mettendo un punto ad una vicenda vergognosa che si trascina gia’ da troppo tempo. Dopo 5 anni di buio, finalmente e’ tornata la luce ma dire che giustizia e’ fatta sarebbe sbagliato”. Lo afferma Deborah Bergamini, deputata e responsabile Comunicazione di Forza Italia alla Camera commentando la notizia pubblicata oggi dal Corriere della Sera sulla decisione del Tribunale di sorveglianza di Milano, che cancella tutti gli effetti della sentenza del 2013 che rendeva Silvio BERLUSCONI incandidabile.

     

    ROTONDI (FI), “Sentenza lo restituisce al suo popolo”

    “Il politico Silvio Berlusconi viene restituito al suo popolo che non ha mai smesso di credere nella utilità del suo contributo al bene del Paese. Un grazie a Niccoló Ghedini e ai magistrati milanesi che hanno assunto con rapidità una decisione importante per il quadro politico del Paese”. Lo dichiara Gianfranco Rotondi, deputato di Fi, commentando la notizia pubblicata oggi dal “Corriere della Sera” sulla decisione del Tribunale di sorveglianza di Milano, che cancella tutti gli effetti della sentenza del 2013 per frode fiscale che rendeva Silvio Berlusconiincandidabile.

     

    CATTANEO, “Giustizia è fatta dopo 5 anni di calvario”

    “Giustizia e’ fatta. Dopo 5 anni di calvario il nostro presidente Silvio Berlusconi torna candidabile grazie al si’ del giudice del Tribunale di sorveglianza di Milano alla sua ‘riabilitazione’. Ora l’Italia e gli italiani hanno di nuovo il loro leader in campo. Forza Presidente, Forza Italia.” Cosi’ su Facebook l’on. Alessandro CATTANEO, deputato di Forza Italia.

     

    POLIDORI, “Se lui candidato FI oggi primo partito”

    “Finalmente giustizia e’ fatta! Sebbene tardiva, la sentenza che consente la piena ed immediata agibilita’ politica del presidente Berlusconi pone fine a cinque lunghissimi anni segnati da immeritato dolore, profonda ingiustizia e persino umiliazioni inferte all’uomo, che con ogni mezzo si e’ cercato di screditare, senza pero’ riuscirci”. Lo afferma Catia Polidori di FI. “Silvio Berlusconi e’ sempre restato lo statista ed il leader carismatico amato dalle folle. Se fosse stato candidato alle passate elezioni, FI sarebbe stato il primo partito e il M5S non starebbe per andare al Governo. Ora che questo incubo e’ finito, guardiamo al futuro con maggiore fiducia”, conclude Polidori.

     

    MANDELLI, ”Riabilitazione bene per democrazia”

    “La riabilitazione del Presidente Berlusconi e’ un’ottima notizia non solo per Forza Italia ma per la nostra democrazia. In questi anni, infatti, milioni di italiani sono stati privati della possibilita’ di vedere il loro leader rappresentarli in Parlamento. Oggi giustizia e’ fatta anche per loro”. Lo dichiara il deputato di Forza Italia Andrea Mandelli.

     

    BRAMBILLA, “Restituito al Paese un vero statista”

    “E’ una grande e bella notizia, che non cancella anni di ingiustizia e di amarezza, ma restituisce a noi tutti fiducia e al Paese un vero statista. Figura della quale, oggi, l’Italia ha piu’ che mai bisogno”. Cosi’ l’on. Michela Vittoria Brambilla commenta la sentenza che riabilita il presidente SilvioBERLUSCONI e lo rende nuovamente candidabile.

     

    TRIPODI, ”Leader FI restituito all’Italia”

    “Esprimo la piu’ grande e sincera gioia per la riabilitazione del presidente Berlusconi, che torna di nuovo candidabile alle elezioni, cosi’ come deciso dal Tribunale di sorveglianza di Milano”. Lo dichiara la deputata di Forza Italia Maria Tripodi, che prosegue: “Una notizia lungamente attesa che restituisce a SilvioBerlusconi, gia’ quattro volte Presidente del Consiglio Italiano e unico leader al mondo ad aver presieduto tre vertici G8, il sacrosanto diritto di tornare a rappresentare anche nelle aule parlamentari quei milioni di italiani che gli danno fiducia ininterrottamente dal 1994 e lo vedono come unico faro e Leader del centrodestra e dell’area moderata storicamente prevalente nel Paese. Una riabilitazione che dopo cinque anni, di sofferenze restituisce finalmente il nostro Leader all’Italia, una vittoria per la democrazia di questo Paese”, conclude.

     

    ZANGRILLO, ”Ricandidabilita’ rimargina ferita”

    “La ricandidabilita’ del presidenteBerlusconi rimargina, in parte, una ferita inferta alla democrazia in questo Paese”. Lo afferma, in una nota, l’onorevole di Forza Italia Paolo Zangrillo. “Fra un po’ di anni – spiega il deputato azzurro – la storia finalmente dovra’ ammettere che nel nostro Paese e’ esistita una stagione di processi politici che nulla hanno a che a vedere con la giustizia. Una stagione che ha impedito l’elettorato attivo al protagonista naturale dello scenario politico italiano e solo per indebolire una precisa parte politica. D’altra parte questo e’ un Paese dove si permette che una piccola, ma organizzata, parte della magistratura pensi che tra i Tribunali e il Parlamento esistano delle porte girevoli, pronte ad essere oltrepassate a seconda dei propri obiettivi personali. Questo e’ anche il Paese che permette a magistrati non solo di partecipare ma anche di intervenire a kermesse partitiche. Anomalie giganti che non possono essere taciute per rispetto della verita’”. “Oggi comunque ci teniamo stretta la ricandidabilita’ del presidente Berlusconi - conclude – che rappresenta un elemento di forza e equilibrio per la politica italiana, come ha dimostrato pochi giorni fa sbloccando lo stallo istituzionale in cui era precipitata l’Italia per colpa del protagonismo di un singolo”

     

    PICHETTO, “Restituito protagonista a politica”

    “La riabilitazione di Berlusconi restituisce alla politica italiana un protagonista assoluto”. Ad affermarlo il senatore Gilberto Pichetto, coordinatore regionale di Forza Italia in Piemonte. “La forza del presidente Berlusconi e’ comunque di essere riuscito a restare al centro della politica anche senza essere candidabile – aggiunge -: si pensi solo a pochi giorni fa quando ha evitato il ritorno alle urne dopo i due mesi di isterie del Movimento Cinque Stelle. Figuriamoci ora che possiamo di nuovo averlo in campo anche in Parlamento. La sua ricandidabilita’ rende piu’ forte la sua leadership e il nostro partito”.

     

    D’ATTIS, “Sua riabilitazione è vittoria democrazia”

    “La riabilitazione di Silvio Berlusconi segna una ennesima vittoria della democrazia. Non abbiamo mai smesso di crederci e oggi ci stringiamo intorno al nostro leader”. Cosi’ in una nota il deputato diForza Italia, Mauro D’Attis.

     

    FONTANA, “Riabilitazione grande notizia per FI e Paese”

    “La riabilitazione, e la candidabilita’, del presidente Berlusconi e’ una grande notizia, per Forza Italiae per il Paese intero. Ci da’ fiducia e speranza per il futuro, ma non cancella il vulnus che in questi anni ha sofferto la democrazia italiana”. Lo afferma in una nota Gregorio Fontana, deputato diForza Italia.

     

    RAVETTO, “Sanato un vulnus alla democrazia“

    “Il Tribunale di Sorveglianza di Milano ha finalmente sanato un vulnus alla democrazia che andava avanti da troppo tempo. Berlusconi torna in campo con un atto di giustizia che restituisce agli italiani un grande leader che negli anni ha catalizzato milioni di voti. Questa gioia non cancella cinque anni amarezze ma infonde fiducia per il futuro di Forza Italia e del Paese”. Lo ha detto Laura Ravetto, deputata di Forza Italia.

     

    NAPOLI, “Giudici reso grande servizio Italia-Ue“

    “Il Tribunale di Sorveglianza di Milano ha reso giustizia al leader politico piu’ bersagliato dall’ingiustizia. Ma i giudici di Milano hanno reso un servizio ancora piu’ grande all’Italia e all’Europa, da oggi meno lontane. Aver restituito la piena agibilita’ politica a Silvio Berlusconi significa aver restituito la piena liberta’ d’azione al leader piu’ di chiunque impegnato a salvaguardare i legami europei e atlantici dell’Italia, cioe’ l’unica prospettiva in grado di tenere il nostro Paese lontano da ogni avventurismo”. Lo afferma in una nota l’esponente di FI, Osvaldo Napoli. “Il centrodestra ritrova il suo fondatore e leader naturale, cioe’ colui che con la sua azione e la sua intelligenza ha saputo dare sostanza e prospettiva a una coalizione altrimenti destinata all’irrilevanza. Da oggi – conclude – l’Italia e l’Europa possono rimettersi al lavoro per cambiare il tanto che c’e’ da cambiare”.

     

    BIANCOFIORE “Notizia che aspettavamo con trepidazione”

    “La notizia della riabilitazione e della ricandidabilita’ del Presidente Berlusconi era la notizia che aspettavamo con trepidazione noi affezionati parlamentari e tutto il popolo azzurro. Specie nel mio Trentino Alto Adige dove infatti e’ pronto un collegio per lui ad ottobre che gli permetterebbe, salvo elezioni politiche nazionali anticipate, di rientrare immediatamente in Parlamento”. Lo scrive Michaela Biancofiore (FI), Coordinatore regionali del Trentino Alto Adige. “Ad ottobre infatti ci saranno le elezioni regionali in Trentino Alto Adige e in Trentino i probabili candidati alla presidenza sono tutti parlamentari in carica. Va da se che il candidato/a presidente, numeri alla mano di marzo con certezza di vittoria, lascera’ libero il proprio collegio elettorale che, se vorra’ tributarci questo onore, riportera’ l’ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in parlamento sanando un vulnus della democrazia, essendo stato lui l’uomo piu’ votato della storia d’Italia e destituito con un colpo di mano di palazzo contro la volonta’ del popolo sovrano”, conclude Biancofiore.

     

    POLVERINI, “Ha sempre agito per bene Paese”

    “La sentenza emessa dal Tribunale di Milano e’sicuramente una notizia positiva per quanti hanno sempre creduto nell’operato di un uomo che ha sempre agito per il bene del Paese”. Cosi’ RenataPolverini deputata FI che aggiunge “Finalmente il presidente Berlusconi, dopo ben 5 anni e per colpa di una legge incostituzionale, torna ad essere candidabile. Ora ci auguriamo che Strasburgo si esprima seguendo la stessa linea. “L’unico rammarico – conclude – e’ che la sentenza sia arrivata dopo le elezioni e abbia percio’ privato i cittadini italiani di avere come rappresentante in Parlamento uno statista del calibro di Berlusconi”.

     

    MILANATO, “Bellissima notizia, adesso FI ancora più forte”

    “Quella della riabilitazione del Presidente Berlusconi e’ una bellissima notizia, che restituisce al nostro leader almeno un briciolo delle sofferenze patite in questi anni. Adesso Forza Italia e’ ancora piu’ forte e sara’ determinante per il futuro del centrodestra e del Paese. Si riparte con grande entusiasmo”. Lo afferma in una nota Lorena Milanato, deputata di Forza Italia.

     

    CALABRIA, “Moderati potranno votare leader”

    “Silvio Berlusconi non ha mai smesso di essere ‘abilitato’ nella fiducia e nella stima di quei milioni di elettori di Forza Italia che vedono in lui da anni un punto di riferimento insostituibile. Ora, con la decisione del Tribunale di Sorveglianza di Milano, i moderati italiani potranno finalmente tornare a votare il loro leader, come si conviene in una vera democrazia”. Lo afferma la deputata e leader di Forza Italia Giovani Annagrazia Calabria. “Per tutti noi questa decisione e’ motivo di enorme gioia, perche’ il nostro Presidente ha subito fin troppe ingiustizie. Berlusconi e’ un protagonista assoluto della politica italiana e un grande statista, la sua assenza dalle istituzioni e’ stata un vulnus che si e’ protratto per troppo tempo”, conclude.

     

    E. SAVINO, “Ad essere riabilitata è la democrazia”

    “Il fatto che il Presidente Berlusconi sia finalmente candidabile rappresenta una riabilitazione per la democrazia, non certamente per un leader che ha ricevuto 200 milioni di voti dagli elettori e che da quando e’ sceso in campo e’ stato sempre centrale nella politica italiana. L’Italia torna finalmente a sperare di essere guidata da una personalita’ all’altezza della storia del nostro Paese”. Lo afferma Elvira Savino, deputata di Forza Italia.

     

    FASCINA, “Da oggi politica cambia verso”

    “La notizia della riabilitazione del Presidente Silvio Berlusconi ci emoziona e allo stesso tempo ci carica di entusiasmo. Dopo aver subito l’infamia di esser stato estromesso dal Senato della Repubblica ove era stato democraticamente eletto, con un aberrante voto palese ed in ragione di una sentenza di condanna ingiusta emessa – ad esito di un processo senza prove – da Giudici politicizzati in cerca di clamore mediatico, Forza Italia e’stata costretta per 5 lunghi anni a vedere il suo leader (caso unico in una democrazia occidentale) lontano dalle Istituzioni, privato della possibilita’ di sfidare (mettendoci la faccia) gli avversari politici e del diritto democratico a rappresentare milioni di Italiani che si riconoscono in lui. Forza Italia, ad ogni tornata elettorale, partiva con l’handicap di un leader in panchina, perche’ illegittimamente impossibilitato alla corsa e dunque alla vittoria. Oggi, con la decisione del Tribunale di Sorveglianza di Milano, Forza Italia e’ piu’ forte perche’ sa che puo’ contare sulla forza e sul carisma del suo leader, sull’effetto trascinamento che solo il suo nome ed il suo volto ottengono sull’elettorato, specie su quello che ci aveva momentaneamente abbandonato rifugiandosi nell’astensione o in uno sterile voto di protesta. Da oggi, la politica in Italia cambia verso. Berlusconi rientra sul campo da gioco, con la sua storia, la sua forza, il suo bagaglio di competenze, credibilita’, standing internazionale, con idee e strategie chiare sul presente e sul futuro dell’Italia. Resta l’amarezza che, in questi anni, la presenza nelle istituzioni di un leader del calibro di Silvio Berlusconi avrebbe potuto cambiare il corso degli eventi, le prospettive e anche gli attuali assetti politico/istituzionali. Ma il voto, da oggi, non ci fa piu’ paura. Siamo e saremo piu’ forti e centrali che mai. Il futuro e’ nostro ed e’tutto da scrivere.” Lo afferma in una nota Marta Fascina, deputata di Forza Italia.

     

    PEREGO, “Grande soddisfazione per riabilitazione leader”

    “Grande soddisfazione per la riabilitazione del presidente Berlusconi da parte del Tribunale di Sorveglianza di Milano. Il nostro leader e’ di nuovo candidabile e pronto come sempre a fare il bene dell’Italia e degli italiani.” Cosi’ in un tweet l’on. Matteo Perego, deputato di Forza Italia.

     

    PEDRAZZINI, “Finalmente ristabilita democrazia”

    “La decisione del Tribunale di Sorveglianza di Milano sulla riabilitazione di Silvio Berlusconi ha l’effetto di ristabilire pienamente il principio di democrazia in questo Paese. Il pieno diritto del PresidenteBerlusconi a candidarsi riempie un vuoto rappresentativo causato da una grande ingiustizia”. Lo dichiara il deputato di Forza Italia Claudio Pedrazzini. “Finisce così una bruttissima pagina della nostra vita istituzionale e si restituisce agli elettori liberali e moderati la possibilità di esprimersi direttamente in favore del leader in cui si sono sempre riconosciuti”, conclude Pedrazzini.

     

    RUFFINO, “In campo unico argine populismi“

    “L’Italia del popolo moderato ed europeista, liberale e atlantista vive momenti di gioia perche’ al suo leader riconosciuto e’ stata resa giustizia dopo che gli e’ stata negata per cinque anni. Il Tribunale di Sorveglianza di Milano ha ‘riabilitato’ il presidente Berlusconi restituendolo alla lotta politica e la democrazia italiana vede sanato un grave vulnus”. Cosi’, in una nota, Daniela Ruffino, deputata di Forza Italia. “Da oggi l’Europa sa di poter contare sull’unico, vero argine al populismo nelle sue diverse declinazioni – aggiunge – il centrodestra e’ pronto in qualsiasi momento ad affrontare nuove sfide sapendo di poter contare sulla piena agibilita’ politica del suo fondatore. E nel centrodestra Forza Italia puo’ tornare a rivestire il ruolo che storicamente, grazie a Berlusconi, ha sempre svolto di guida moderata e credibile”.

     

    SQUERI, “Con lui candidato risultati 4 marzo diversi”

    “Se il presidente Berlusconi avesse potuto candidarsi il 4 marzo, oggi assisteremmo a tutto un altro film. I nostri equilibri democratici sono stati alterati per anni da un’ingiustizia che finalmente viene in parte sanata. Per i moderati italiani e’ un nuovo inizio perche’ ora potranno tornare a votare direttamente l’unico leader in cui si sono sempre riconosciuti”. Lo dichiara il deputato di Forza Italia Luca Squeri.

     

    PENTANGELO, “Peccato sentenza non sia arrivata prima”

    “Peccato che la sentenza sulla candidabilità del Presidente Berlusconi, notizia che saluto con grande gioia, non sia arrivata prima: avremmo risparmiato al Paese questi due lunghi mesi di tribolazione politica spesi alla ricerca di un governo possibile”. Lo afferma l’onorevole Antonio Pentangelo, Coordinatore di Forza Italia della provincia di Napoli. “Adesso – aggiunge Pentangelo – bisogna guardare avanti: siamo pronti a rilanciare la sfida e a realizzare nel più breve tempo possibile l’unico progetto politico in grado di restituire all’Italia sviluppo, benessere e dignità internazionale”.

     

    RUGGIERI, “Godo per riabilitazione dopo scempio giudiziario”

    “Sono contento, anzi godo. Però quello di oggi è un risarcimento più che dovuto e solo parziale, che non ripaga di una scempio lungo cinque anni consumato contro il diritto e contro un uomo che qualunque nazione si voglia bene si sarebbe invece tenuto ben stretto. Invece Silvio Berlusconi è stato linciato con una sentenza ridicola e delittuosa, che farebbe arrossire persino un qualunque studente di Giurisprudenza, e che squalifica solo chi l’ha emessa”. Lo scrive in una nota il deputato di Fi, Andrea Ruggieri. “Sono loro che dovrebbero chiedere la riabilitazione, non Berlusconi. Per il quale sono comunque molto contento. E cui credo non sia mai mancata la consapevolezza che milioni di italiani a quello scempio giudiziario mai hanno creduto”, conclude.

     

    ZANELLA, “Sanato finalmente un vulnus democratico“

    “Giustizia è stata fatta: ridando piena agibilità politica al presidente Silvio Berlusconi, unico vero statista nel panorama italiano, è stato finalmente sanato un vulnus democratico, che peraltro Forza Italia ha scontato significativamente alle urne. Un calvario umano e politico durato troppo tempo, ma che non ha mai scalfito una leadership frutto di un impegno costante al servizio del Paese. La decisione del Tribunale di sorveglianza di Milano rappresenta una bella notizia per i milioni di italiani che danno fiducia al Presidente Berlusconi e a Forza Italia dal 1994. Guardiamo con ancor più fiducia al futuro dell’Italia”. Così Federica Zanella, deputata di Forza Italia, commenta la decisione del Tribunale di “riabilitare” Silvio Berlusconi, rendendolo nuovamente candidabile.

     

    MARROCCO, “Fatta giustizia, bentornato Presidente”

    “Nel 2013 il nostro presidente, Silvio Berlusconi, ha subito una assurda condanna per un accusa risibile e inconsistente. Violando tutte le regole di una sana democrazia veniva ‘eliminato’ il nemico politico che aveva come unica colpa quella di aver saputo vincere piu’ volte le elezioni e di aver resistito negli anni di opposizione”. Lo afferma Patrizia Marrocco, deputata di Forza Italia, che aggiunge: “Oggi finalmente giustizia e’ fatta, la riabilitazione umana e giudiziaria restituisce a pieno titolo alla vita politica italiana un vero uomo di Stato, un grande statista come Berlusconi. Bentornato presidente e come dice lei: da ogni male si deve saper trarre un bene piu’ grande chi ci crede vince”.

     

    SCOMA, “L’Italia e l’Europa riavranno un grande statista“

    “La decisione del Tribunale di Sorveglianza, che riabilita il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dopo anni di buio democratico, permette all’Italia di poter contare ancora dell’esperienza di un grande statista”. Lo dice in una nota il deputato di Forza Italia, Francesco Scoma, componente dell’ufficio di presidenza della Camera dei Deputati. “Il presidente Silvio Berlusconi potra’ tornare a guidare le liste di Forza Italia mettendo fine ad una ingiustizia durata anche troppo tempo e impedendo a milioni di elettori di centrodestra di poter concedere il voto al loro leader naturale. Ci vorra’ ancora del tempo – conclude Scoma – affinché questa ferita democratica possa rimarginare sperando che gli anti-berlusconiani, non ricomincino con la fabbrica del falso per togliereBerlusconi dalla scena politica per via giudiziaria come è avvenuto fino ad ora”.

     

    NISSOLI FITZGERALD, “Grande gioia anche tra italiani all’estero”

    “Esprimo tutta la mia gioia alla notizia della riabilitazione del Presidente Berlusconi che da merito al grande uomo di Stato che si è dimostrato! Tale riabilitazione da grande soddisfazione a tutti quegli italiani all’estero che lo hanno sempre sostenuto e lo continuano a sostenere, anche quando durante le politiche del 4 marzo scorso, hanno dato a lui la preferenza, infatti all’estero si vota con le preferenze, scrivendo il suo nome sulle liste elettorali benché non candidato, essi, così, già anticipavano quanto sentenziato ora dal Tribunale di Milano!”. Lo ha dichiarato l’onorevole Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata azzurra eletta nella Circoscrizione Nord e Centro America.