Luglio: 2021
L M M G V S D
« Giu    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Commenti recenti

    BERLUSCONI: FI, “OGGI NUOVA DISCESA IN CAMPO, C’E’ BISOGNO DI NOI”

     

    berlusconi

    “Io considero quello di oggi come un nuovo inizio, una nuova discesa in campo. L’Italia ha ancora ed anzi, sempre piu’ bisogno di noi, oggi come e forse piu’ del 1994, perche’ il pericolo che corriamo e’ altrettanto grave, forse peggiore, quando alla sete di potere si aggiunge l’incompetenza, quando all’ideologia si aggiunge il dilettantismo, quando le decisioni che vengono assunte sono ispirate prevalentemente dall’invidia e dall’odio sociale”. Cosi’ Silvio Berlusconi parlando all’incontro con gli eletti azzurri, che si e’ svolto alla Camera . “Oggi come allora – prosegue – l’Italia necessita di una politica diversa, credibile, responsabile. Noi siamo i soli a poterlo fare, ad avere la cultura, l’esperienza, l’organizzazione, la struttura necessaria ad un compito cosi’ importante. Rendere questo servizio al nostro Paese e’ la bellissima sfida che abbiamo di fronte, la nuova e decisiva battaglia di liberta’, che condurremo insieme e insieme vinceremo ancora una volta, per noi, per i nostri figli, per i nostri nipoti, per tutti gli italiani e per l’Italia”. “Siamo noi, non certo il Pd, la risposta al pauperismo e al giustizialismo, che rischiano di distruggere l’Italia, di riportarla indietro di decenni, ma che gli italiani non sopporteranno a lungo. Oggi noi dobbiamo prepararci per quel momento – che non e’ lontano – nel quale dovremo di nuovo assumerci importanti responsabilita’ alla guida del Paese”. “Io saro’ con voi in questa battaglia. Saro’ in campo perche’ lo considero un dovere morale verso il mio Paese. Dobbiamo prepararci rimanendo uniti e rinnovandoci profondamente”. “Questo incontro e’ un punto di partenza importante per il futuro. “Dobbiamo realizzarlo – prosegue – con una forma di democrazia di base. Fi rappresenta la parte migliore degli italiani: la sinistra e’ legata ai vecchi disegni del secolo scorso, i populisti sospinti dall’invidia e dall’odio sociali e non sono in grado di governare. Dobbiamo saperci organizzare, individuare azioni da svolgere e dare a ciascuno di noi un preciso compito e precisa responsabilita’. La parola manager mi fa venire in mente ognuno di voi di Fi: e’ come se ci fossero 300 manager preparati negli studi e nel lavoro”.