Gennaio: 2021
L M M G V S D
« Set    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Commenti recenti

    BIGNAMI: Manovra, “Governo si contraddice su accise, nuovi aumenti in arrivo”

     

     

     

     

    galeazzo-bignami-4-1“Nei giorni scorsi autorevoli esponenti del Governo avevano annunciato come già nella prossima legge di bilancio avrebbe trovato concretizzazione l’impegno stipulato nel contratto di Governo tra 5stelle e Lega mediante il quale si sarebbe dovuto pervenire a un significativo taglio delle accise sulla benzina. Come noto il peso fiscale sulla benzina per il consumatore è estremamente gravoso, ammontando a oltre un euro a causa di accise sul terremoto dell’Irpinia, il terremoto del Friuli, l’emergenza migranti, il disastro del Vajont, l’alluvione di Firenze, fino ad arrivare alle missioni in Libano e in Bosnia e addirittura alla guerra coloniale. In particolar modo il sottosegretario Bitonci aveva affermato come il Governo avrebbe dato immediatamente corso a questo taglio già nella prossima manovra. Per questo motivo abbiamo chiesto oggi in Commissione Finanze di conoscere tempi e modalità con cui si sarebbe dato corso a questo impegno. Sorprendentemente il Governo, smentendo se stesso, ha affermato “che dalle predette riduzioni deriverebbero ingenti minori entrate per l’erario, proporzionali direttamente all’entità delle riduzioni praticate e che potrebbero essere quantificate soltanto in sede di elaborazione di una puntuale proposta normativa. In ultimo corre l’obbligo di segnalare che l’art. 19, comma 3, lett. b) del DL 91/2014 convertito, con modificazioni, dalla legge 116/2014, ha previsto, a copertura di oneri derivanti da interventi volti a finanziare il meccanismo di aiuto alla crescita economia (ACE), un aumento, a decorrere dal 1° gennaio 2019, dell’aliquota di accisa sulla benzina e sulla benzina con piombo, nonché del gasolio usato come carburante, da adottare con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli entro il 30 novembre 2018, in misura tale da determinare maggiori entrate nette non inferiori a 140,7 milioni di euro nel 2019, 146,4 milioni di euro nel 2020 e 148,3 milioni di euro a decorrere dal 2021. Pertanto, perdurando sulla base della descritta previsione normativa, occorrerà procedere all’emanazione di una determinazione direttoriale che rimoduli in aumento le aliquote di accisa sui menzionati prodotti”. In altri termini, il Governo non solo smentisce se stesso e allontana ogni ipotesi di taglio delle accise, ma annuncia che a breve vi sarà un significativo ritocco al rialzo per garantire un ulteriore gettito alle casse dello Stato. E’ evidente che tale conclusione appare del tutto inaccettabile per Forza Italia che non solo esige che il contratto di Governo venga sul punto rispettato, trattandosi di uno degli elementi del programma del centrodestra, ma che l’eliminazione delle accise comporti un concreto ed effettivo risparmio per i cittadini italiani. E’ inaccettabile che ancora oggi si paghino per terremoti risalenti a mezzo secolo fa, l’emergenza migranti o la guerra coloniale”. Lo afferma in una nota Galeazzo Bignami, deputato di Forza Italia.