Giugno 2022
L M M G V S D
« Mag    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Commenti recenti

    FI PRESENTA PDL PER GIOVANI VOLONTARI IN AMBITO MILITARE

     

    foto-difesa

    Una proposta di legge per avviare percorsi formativi di sei mesi in ambito militare rivolti a cittadini italiani di età compresa tra i 18 e i 22 anni di età. E’ quella  presentata alla Camera da Forza Italia, in una conferenza stampa che ha visto al tavolo il primo firmatario della pdl, il deputato azzurro Matteo Perego, il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini, il vice capogruppo azzurro alla Camera e responsabile del Dipartimento Difesa e Sicurezza di Forza Italia, Elio Vito, il deputato e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato, Giorgio Mulè e la deputata di Forza Italia della Commissione Difesa Maria Tripodi. L’iniziativa lanciata dal movimento azzurro, ha lo scopo di offrire ai giovani “la possibilità di intraprendere un percorso educativo e di formazione specializzato nelle Forze armate, su base volontaria, per sei mesi, che indipendentemente dalle future scelte professionali, sia utilizzabile nella progressione degli studi mediante il riconoscimento di attestati e crediti in ambito universitario” ha sottolineato Gelmini, augurandosi che la legge possa venire rapidamente approvata in Commissione. “Darebbe un senso ad una legislatura in cui in questa settimana facciamo solo tre mozioni, un pochino poco rispetto a quello che un ‘governo del cambiamento’ dovrebbe fare”, ha osservato. Alla fine dei sei mesi, ha spiegato Perego verrebbe rilasciato un attestato che avrebbe valore di crediti formativi per l’università”. “Un segno di interesse alla libertà di scelta per i giovani e per destare sia il loro senso di appartenenza alla Repubblica sia l’importanza della difesa del Paese. Il modo migliore per formare una classe dirigente per il futuro che non stia a casa ad aspettare sul divano il reddito di cittadinanza, ma si impegni al servizio del Paese”. Elio Vito, uno dei cofirmatari, ha sottolineato che questa proposta “non e’ un passo indietro rispetto all’abolizione della leva obbligatoria conseguita dal governo Berlusconi”, ribadendo che “l’esercito professionale su base volontaria che attualmente abbiamo e’ quello che serve al Paese, per cui e’ impensabile pensare a reintrodurre la leva. Ma questo percorso, che e’ volontario, puo’ servire ad instillare valori nei giovani”. A questo proposito, il deputato Giorgio Mule’, che ha moderato la conferenza stampa, ha bollato come “mattana” l’idea, avanzata dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini, di reintrodurre la leva obbligatoria, abolita dal governo. Per Tripodi la proposta è una risposta “educativa” per i nostri giovani, “mentre ci sono forze politiche che propinano il lassismo del reddito di cittadinanza, senza dare gli stimoli giusti ai ragazzi”.