Maggio: 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Commenti recenti

    GELMINI A ‘IL SOLE 24 0RE’: “DOMANI A MILANO PRESENTIAMO IL MANIFESTO SULLE GRANDI OPERE FERME AL PALO DA NORD A SUD”

     

    “Non c’è solo il blocco della Torino-Lione. La stessa sorte tocca all’Alta velocità Brescia-Verona, alla Verona-Vicenza- Padova, alla Cispadana”. Così il presidente di Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini, in un’intervista a “Il Sole 24ore”. “Domani a Milano abbiamo organizzato una manifestazione per presentare “Il Manifesto per le Infrastrutture” in cui vengono segnalate tutte le 28 grandi opere ferme al palo da Nord a Sud”. “Sosterremo tutto quello che fa bene al Paese. Ma alla politica degli annunci non ci crediamo più. Se volevano davvero far ripartire gli investimenti era la manovra lo strumento, perché è lì che si decidono gli stanziamenti. Invece, hanno deciso di puntare sul reddito di cittadinanza. Questi i fatti, il resto sono chiacchiere. Come appunto sta avvenendo sulla Tav dove hanno già perso nove mesi. E la conferma la ritroviamo nella mozione approvata dalla maggioranza: hanno letteralmente copiato quanto avevano scritto nel contratto di governo, siamo cioè tornati al punto iniziale dove si parla di rivedere integralmente il progetto”. “Siamo al Medioevo delle infrastrutture. Mi chiedo se si rendano conto di cosa significhi rinunciare alla Tav, a circa un miliardo di contributi europei per poi pagarne più di quattro tra restituzione dei fondi e risarcimenti”. “L’Italia subisce un duro colpo nella sua credibilità a livello internazionale: la Tav è un’opera che fa parte di un trattato approvato dal Parlamento, su cui l’Europa e la Francia hanno investito” aggiunge Gelmini. “L’Italia nel manifatturiero è seconda in Europa solo alla Germania, così come nelle esportazioni che sono il traino della nostra economia. La Tav significa rendere più veloce il trasporto di merci e persone e quindi garantire maggiore competitività alle nostre aziende. Si stanno assumendo una grossa responsabilità: bloccare un’opera come questa in piena recessione è folle. C’è in ballo il destino di 50mila posti di lavoro”. “E’ ora che la Lega faccia un’analisi costi-benefici sulla permanenza in questo governo, guardando oltre che ai risultati elettorali anche al bene per il Paese. Il problema deve risolverlo Salvini”. “Il problema non è l’alleanza con il centrodestra a livello regionale perché dimostriamo da vent’anni che funziona e bene. Noi dove governiamo le infrastrutture le facciamo e riusciamo anche ad abbassare le tasse. Il problema è la stravaganza di un’alleanza anomala a livello nazionale che ci sta condannando alla decrescita” conclude.