Dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Commenti recenti

    Silvio Berlusconi: “Una volta al Governo con la Lega eviteremo noi l’isolamento nella Ue” (CORRIERE DELLA SERA)

     

    Berlusconi: FI fondamentale per Lega contro isolamento nella Ue =

    (AGI) – Roma, 29 nov. – “Se il governo cadesse, l’unica strada sarebbero le urne”. In un’intervista al Corriere della Sera il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dice anche che “noi siamo radicalmente alternativi alle sinistre: da quella di Renzi, da quella di Di Maio e da quella di Zingaretti”. E al quotidiano di via Solferino che obietta che se il centrodestra vincesse le elezioni, Matteo Salvini avrebbe gia’ una rete di relazioni tale da non riuscire a evitare il rischio di un isolamento internazionale dell’Italia, Berlusconi ribatte che nel momento in cui l’ipotesi si verificasse “noi, in quanto membri autorevoli del Ppe, la piu’ grande famiglia politica europea, avremo una funzione fondamentale per evitare l’isolamento del nostro Paese”. Interrogato poi sul fatto che il vicesegretario della Lega Giancarlo Giorgetti ha proposto un “tavolo” bipartisan per risolvere i piu’ intricati nodi nazionali, sostenendo che il centrodestra potrebbe vincere le elezioni ma sarebbe poi impossibilitato a “governare sulle macerie”, il leader di Forza Italia afferma di non credere che Giorgetti “intendesse proporre altre soluzioni o prefigurare maggioranze diverse”. Poi rifacendosi a una dichiarazione di Tusk, il neo presidente del Ppe, il quale ha detto “che la Lega e’ diversa dal Ppe”, Berlusconi precisa che “chi ha immaginato un suo ingresso tra i Popolari ha lavorato di fantasia”. Quindi aggiunge: “Non credo interessi nemmeno a loro”. Pero’, sottolinea, la collaborazione in sede europea con i sovranisti ragionevoli, come con i conservatori, i liberali e altre forze democratiche alternative alla sinistra, e’ la strada da seguire. Come noi facciamo in Italia co n il pieno sostegno del Ppe”. Nell’intervista il leader di Forza Italia affronta anche il “caso Dell’Utri”, il suo braccio destro che aveva chiamato Berlusconi a testimoniare per difendersi nel processo sulla trattativa Stato-mafia, ma lui s’e’ avvalso della facolta’ di non rispondere, per dire che “ero disponibilissimo a rispondere a qualsiasi domanda ma i miei avvocati me lo hanno tassativamente vietato”, perche’ “ritenevano che essendovi un’indagine in corso indagine che non potra’ che concludersi con un’archiviazione, com’e’ gia’ accaduto precedentemente non fosse quella la sede corretta dove rendere dichiarazioni”. Poi chiosa: “Del resto avevo detto pubblicamente piu’ volte che non vi era mai stata alcuna pressione o minaccia, ne’ diretta ne’ indiretta, da parte della mafia o di chicchessia durante i miei governi. Se fosse accaduto avrei immediatamente avvertito l’autorita’ giudiziaria”. E sulle pressioni eventualmente subite per assumere provvedimenti legislativi in favore della mafia, Berlusconi taglia corto: “L’ipotesi e’ talmente risibile che non meriterebbe neppure di essere commentata. La risposta e’ assolutamente no”.

    LEGGI L’INTERVISTA